Cervicale: come dormire meglio?

Cervicale: come dormire meglio?

Al mattino ti svegli sempre indolenzito e più stressato? I muscoli e le vertebre cervicali ti danno problemi e non sai più come riuscire a riposare di notte? Gli esperti consigliano l’utilizzo di specifici cuscini e suggeriscono di assumere determinate posizioni in modo tale che non ci sia un sovraccarico sulle strutture cervicali. Di cuscini per cervicale esistono vari modelli che possono aiutare a migliorare la qualità del sonno così come scritto in questo interessante articolo che servirà a farvi fare la scelta giusta.

Tra gli articoli più gettonati vi sono quelli a forma di saponetta e quelli ad onda: entrambe le tipologie sono anallergiche e traspiranti. Molti cuscini per cervicale sono in lattice e dunque confortevoli ed efficaci. A tirare un sospiro di sollievo con questo tipo di articoli saranno soprattutto che coloro che accusano dolori e fastidi alla base del collo e chi assume posizioni scorrette sia nelle ore di lavoro che durante la notte. Questo tipo di cuscino è un po’ più alto rispetto a quello di lana o a quello realizzato in poliestere.

Sempre molto apprezzati da chi soffre di problemi di cervicale per il comfort e i benefici che ne derivano sono poi i cuscini in memory foam. Questi prodotti si adeguano perfettamente al peso del corpo di chi li utilizza, eliminando ogni tipo di pressione sul collo e sulla testa. Questo tipo di cuscino non trattiene il calore ma assicura un riposo duraturo a chiunque ne faccia uso; ancora di più a chi soffre di dolore alla cervicale.

I consigli per dormire sonni tranquilli

I cuscini per cervicale sono efficaci e duraturi, ma è naturale che non abbiano poteri miracolosi. La prima cosa da fare, dunque, per tornare a dormire tranquillamente è quella di fare attenzione alla nostra postura. Evitiamo, allora, di ingobbirci soprattutto quando si studia o si lavora al computer.

I cuscini per cervicale sono stati progettati per alleviare i fastidi e per distendere le spalle che solitamente pieghiamo davanti a smartphone, tv e computer. Questi prodotti riescono a donarci il giusto sollievo e a farci svegliare meglio e soprattutto più carichi.

Ma quali altri consigli bisogna seguire per dormire sonno tranquilli? Evitate di usare dispositivi elettronici prima di addormentarsi; andare a letto un’ora prima del solito; evitate attività fisiche molto dure nel tardo pomeriggio; seguire un’alimentazione sana e utilizzare una sveglia a luce progressiva. Anche il cibo ha un ruolo determinante per la questione ‘riposo notturno’: va bene la colazione abbondante, così come il pranzo, ma la cena non deve essere troppo pesante. Sempre meglio poi mangiare prima delle 21.