La bistecchiera elettrica e i suoi tempi di cottura

La bistecchiera elettrica e i suoi tempi di cottura

In genere, una bistecchiera elettrica per un utilizzo familiare potrebbe avere una potenza fra 1000 e 2400 Watt, per stabilire le prestazioni, che derivano dai tempi di riscaldamento delle piastre, occorrerà poter valutare il rapporto fra superficie e potenza.

Caratteristiche di una bistecchiera elettrica.

Dunque, le bistecchiere che sono più grandi 45 x 25 cm, per potersi velocemente riscaldare, dovranno godere di una potenza di 2400 Watt, invece per le bistecchiere più piccole basteranno minori potenze, pertanto un’elevata potenza non solo consente tempi di riscaldamento delle piastre maggiormente rapidi, ma permette pure di  poter mantenere la raggiunta temperatura a  costanti valori nel corso della cottura.

Perchè la bistecca presenti la tipica caratteristica della fiorentina occorre che la temperatura vada dai 140 e i 180 °C, dentro la carne sarà maggiormente morbida, perchè l’acqua impedirà di potersi elevare al di sopra dei 100 gradi.

In genere, le bistecchiere che sono dotate di una piastra buona, a cui sarà associata una potenza  in base alle dimensioni, si riscaldano in modo rapido: tempi di attesa di 5 o 10 minuti sono da considerare già buoni. Naturalmente raggiungere temperature alte comporterebbe un incremento dei consumi energetici, questa è una considerazione da dover fare perchè le bistecchiere non presentano l’etichetta energetica come invece gli elettrodomestici grandi.

Fra i prodotti di tale tipo, sul mercato ci sono bistecchiere elettriche dove la piastra superiore potrebbe essere riscaldata indipendentemente da quella inferiore, dunque sarà possibile poterla regolare in base alle necessità.

Le tipologie di cottura è possibile regolarli autonomamente o è possibili usare preimpostati programmi.

Le bistecchiere infatti, non solo potranno esser usate per poter cuocere la bistecca, ma pure per grigliare le verdure e per poter riscaldare panini imbottiti, o perchè no, per la preparazione delle caldarroste.

I modi cottura e di utilizzo sono in genere tre:

-cottura con bistecchiera chiusa, tale tipologia di cottura indicata magari per la bistecca, così che risulti imbrunita su ambedue le superfici che verranno in contatto con la piastra inferiore e superiore scanalate;
-cottura a bistecchiera aperta, in tal caso dovrà essere rivoltata, e le superfici di uso vanno a raddoppiarsi;

-cottura con la piastra superiore sollevata, tale tipo è usato per poter gratinare il pane.

Tra le funzioni che si possono trovare su tali elettrodomestici presenti in quantitativi maggiori nei modelli di fascia alta, primeggia il tasto di accensione e spegnimento della bistecchiera ovvero on/off. Esso viene usato dopo aver eseguito l’inserimento della spina. A volte l’accensione avvenuta sarà segnalata da una luminosa spia.
Qui www.migliorebistecchiera.it tanti approfondimenti ed altre utili informazioni a riguardo.